ArtOnTime 2017

ArtOnTime è un premio, un progetto espositivo e una iniziativa di crowdfunding. Nasce con la finalità di indagare e promuovere la ricerca all’interno del linguaggio della performance che, negli ultimi anni, è riuscito a delinearsi come uno dei campi di maggiore innovazione e sperimentazione nel mondo dell’arte contemporanea. E’ un progetto reso possibile grazie al fondamentale supporto di Eberhard&Co. ArtOnTime attraverserà tutto il corso del 2017 e si svilupperà in tre distinte fasi.

Il comitato che assegnerà il premio è composto da Fabio Castelli (ideatore di MIA Photo Fair), Giorgio Fasol (collezionista e presidente di AGI Verona), da Antonio Grulli (critico d’arte e curatore indipendente), Riccardo Lisi (direttore de La Rada di Locarno) e Monique Veaute (Presidente della Fondazione Romaeuropa). Dallo stesso comitato sono stati selezionati quattro artisti, mid-career ed emergenti, invitati a presentare performance inedite.

Il tema del premio è il “tempo”, anche inteso nelle accezioni che meno si accordano con la velocità e l’immediatezza del nostro oggi: ci si potrebbe trovare di fronte a una temporalità prolungata, dilatata, congelata, espansa, ripetitiva e, perché no, utopicamente eterna. Il secondo elemento di distinzione di questa prima edizione del premio sarà il coinvolgimento degli artisti nell’indagare nuove forme di distribuzione e vendita dell’opera performativa e di tutto ciò che si sedimenta attorno e a seguito di questa. ArtOnTime si avvale di una piattaforma di crowdfunding, Artraising.org, nata per esplorare nuove forme di collezionismo e mecenatismo diffuso e per dare rinnovata propulsione al sistema arte superando le logiche tradizionali del mercato.

L’appuntamento di MIA Photo Fair è il primo step del premio e la sede in cui vengono presentati gli artisti e i loro progetti; il secondo sarà a Venezia, a fine giugno, con le performance  presentate all’interno degli spazi del prestigioso Palazzo Trevisan degli Ulivi (sede del consolato svizzero), mentre l’ultimo appuntamento verrà ospitato a Roma all’interno del Romaeuropa Festival, a ottobre.

Antonio Grulli